Che farai da grande"? Chiese il padre al piccolo Lamberto, mentre infornava il pane. " da grande sarò papa" rispose il figlio, senza esitazione.

Ridendo il padre replicò "Quando questo bastone metterà le foglie"! indicando il palo con cui estraeva il pane. Subito il piccolo lo conficcò in terra ed esso si coprì di germogli.
La delicata leggenda su papa Onorio II, al secolo Lamberto da Fignano, secondo vescovo di Ostia salito al soglio pontificio, spiega l'eccezionaiità di questa figura di pontefice, che nonostante le oscure origini, grazie alla sua sapienza e abilità sali al vertice della gerarchia ecclesiastica.
Onorio 11, nacque intorno al 1060 nei pressi di Imola. Entrato nell'ordine benedettino, si distinse per la sua bravura negli studi.
I tempi erano bui. Da oltre un secolo la chiesa era travolta dalla Guerra per le Investiture che la contrapponeva agli imperatori di Sassonia. Oggetto della contesa, il fatto, ormai divenuto prassi comune, che l'autorità imperiale nominasse i Vescovi delle più importanti diocesi.
Gli ecclesiastici designati, infatti, oltre all'anello e al pastorale, simboli dell'autorità spirituale, ricevevano anche le funzioni di conte e il feudo, divenendo così, a tutti gli effetti, governanti secolari e vassalli dell'imperatore.

 


ONORIO II

(1124 - 1130)

In questa veste, il valore militare e la fedeltà al regnante contavano più della rettitudine morale e della religiosità, richieste a uomini di chiesa. Papi e imperatori perciò rivendicavano ciascuno per sé, con la forza delle armi, il diritto alla nomina dei vescovi.
Nel pieno di queste lotte, il papa Gelasio II nominò Lamberto, Vescovo di Ostia e Cardinale, carica che prevedeva anche la partecipazione alle legazioni papali.
Le sue doti di fine giurista e abile negoziatore emersero in pieno nel concordato di Worms, (1122 } con cui la dolorosa diatriba tra papato e impero trovò finalmente uno storico compromesso.
Al Papa si confermava l'investitura spirituale dei vescovi e all'Imperatore si legittimava la potestà di conferire attribuzioni temporali di tipo feudale. 11 grande successo personale riportato da Lamberto, in questa soluzione diplomatica lo fece salire al soglio pontificio nel 1124, col nome di Onorio II.
Purtroppo anche al suo interno la Chiesa attraversava un difficile periodo. Le lotte tra le potenti famiglie della nobiltà romana che si contendevano il potere nell'urbe, fecero vacillare la nomina di Lamberto, a cui fu contrapposto un antipapa. In quest'ultima vicenda rimase famoso il suo commento, secondo cui gli sarebbe stata più cara la mitria legittima di vescovo di Ostia, che quella illegittima di papa.
La consacrazione di Onorio II avvenne, dopo scontri violenti, il 21 dicembre del 1124. Egli si disinteressò del governo dell'urbe, per dedicarsi completamente ad opere di mediazione diplomatica con uno spirito che potremmo definire europeista. Tessè, infatti, un'abile rete fra le potenze del tempo: l'Impero tedesco, il regno di Francia, d'Inghilterra, la Spagna e i Normanni dell'Italia meridionale.
Ottenne dai Turchi la liberazione di Baldovino II, re di Gerusalemme e approvò la regola dell'ordine Premostratense e dei Cavalieri Templari.
Lamberto morirà nel 1130, consegnando alla storia importantissimi semi di futuri sviluppi.

Parrocchia di S. Aurea  -  Piazza della Rocca 13  -  00119 Ostia Antica (Roma) ©  all rights reserved.