PARROCCHIA S.AUREA

Riflessioni del Parroco

RIFLESSIONE 19 GENNAIO 2020 

“Il giorno dopo, Giovanni, vedendo Gesù venire verso di lui, disse: ‘Ecco l’agnello di Dio, colui che toglie il peccato del mondo!’

Gesù andava verso Giovanni il Battista e Gesù viene sempre verso di noi per accorciare la distanza che esiste tra noi e Dio. Ma non sempre abbiamo l’occhio, l’accortezza e il giudizio di riconoscere Colui che viene verso di noi e che vuole fare incontro con noi nella nostra vita. Perciò, abbiamo bisogno di qualcuno che ce lo possa indicare.

Questa consapevolezza apre spazio a qualche domanda per ciascuno di noi: C’è qualcuno che mi aiuta a riconoscere presente e operante Cristo Gesù? Che cosa devo fare perché Cristo Gesù prenda veramente posto nella mia vita?

Le parole del Battista indica le azioni che Gesù viene a compiere: “togliere il peccato del mondo”.

Non è un gesto magico! Né si può pensare di togliere semplicemente cacciando via o facendo cadere.  

Vuol dire e implica un “prendere su di sé”, da parte di questo Agnello, del carico e del peso del peccato del mondo, incluso i peccati miei. Giovanni inconsapevolmente profetizza la morte in croce di Gesù.

Soltanto la purezza totale poteva farsi carico del male. Abbiamo bisogno, dunque, di vivere la nostra relazione con Dio in Cristo con questa duplice consapevolezza: i) un venirsi incontro tra Gesù e noi che cresce con la mia ricerca quotidiana e il discernimento con l’aiuto di altre persone; ii) una dimensione dei miei peccati presenti e perdonabili da Gesù, ma che deve entrare nell’esperienza reale del perdono e che non vive nella presunzione o nella superficialità.

Parrocchia di S. Aurea  -  Piazza della Rocca 13  -  00119 Ostia Antica (Roma) ©  all rights reserved.